7.03.2007

ただいまあああああ!!!

questo post sto colpo lo scrivo solo in italiano perche il tempo stringe e la traduzione in giappo ruberebbe troppo tempo :D.
Il giappone, cari auscultatori, e davvero un posto fuori dal mondo!in trecento mila in un aeroporto di dimensioni enormi, e tutti sereni, sorridenti e in silenzio..non si sentiva volare una mosca.A prendere l’autobus, tutti in fila indiana,ma senza costrizione.non ce un cartello che sia uno che dica ”vietato fare questo altrimenti ti facciamo la multa o altrimenti ti diamo due pappine”, piuttosto tutti cartelli in cui si chiede gentilmente e per favore di fare o non fare alcune cose, infarcite di kudasai e onegai shimasu, per chi mastica giapponese, ovvero per favore per chi invece non lo mastica..la gente e chiaro, che se non assumi un comportamento autoritario, vive in modo piu sereno e tranquillo....
E non vogliamo parlare dei distributori automatici..!di tutto...ogni bevanda piu assurda, qui c’e...:D ..certo..le monetine finiscono presto...e comunque, per una bibita da 500 ml ad esempio si paga al max 150 yen..il che significa circa 80 cents di euro.Anche i trasporti costano poco,il problema e che siccome la linea complessiva se la dividono diverse compagnie private,avolte per andare da un punto A ad un punto B occorre fare dei cambi di compagnia..ma tutto sommato, si riesce a spendere poco..stando attenti.Certo, l’abbaglio e sempre dietro l’angolo..si e sempre potenzialmente in grado di spendere tutto quello che si ha dietro semplicemente girando per una citta a caso..Per ora ho visto Shibuya (si vicky, gliel’ho fatta una carezzina ad hachiko da parte tua...:D), AKihabara (dove ho comprato un cell per 40 euro,che mi dura fino all-anno prossimo poi tipo autoimplode..:D) di una tecnologia che qua ce la sogniamo, nonostante sia un cell usa e getta,a Asakusa, dove abbiamo mangiato in una locanda, diciamo cosi, a gestione familiare..(ovviamente con relativo tentativo di approccio verso la figliola tanto caruccia e sorridente, col suo sogno di venire a vedere firenze...povera stela..sogno negato dalla mancanza di capitale..!)dei magnifici Motsuyaki, yakitori di carne di maiale buonissimi, per non parlare del riso al curry,spettacolare..(ale, quallo di Yoichi era si buono..ma quello, ragazzo..qualita superiore!!).Ieri poi siamo stati a Ebisu..che nonostante sia meno famosa di altre citta,aveva comunque tutto.Ce niente da fare, dove vai vai, trovi di tutto, e davvero una citta sorprendente.
La prossima volta magari ci si attrezza per mettere qualche foto..il tempo e effettivamente poco, con tutto quello che vogliamo fare, e tutto quello che vogliamo vedere....
Mata kondo!

4 commenti:

bubi ha detto...

aaaaaah ;___; marò t'immagino a mangiare yakitori in quelle bancarelle con le tendine che coprono la testa ahuahauhauahuahuahuahauhua grazie per la carezzina, chissà se mi porterà fortuna!! grandioso il cellulare usa e getta ultratecnologico!! qui ci sono le macchinette fotografice di cartone e fanno pure foto in qualità schifosa!! XD ma gia stai a Tokyo? non andavi prima da n'altra parte? mah mah, cmq divertiti e va alle roppongi hillssss!!

La Chiarina...... ha detto...

ciao maaaaaaaax!! oddio che bello sentirti.. mi pare di vederti contentissimo con il sorrisone.. :* senti xò te lo devi dire.. la mail che mi hai mandato.. non leggo il carattere!!!! buon divertimento bell'uomo..

マックス ha detto...

bubi:certo che andro alle roppongi hills...prima o poi..ma gia e un colpo al cuore stare a shibuya ed essere andato ad harajuku...le harajuku girls sono sbaaav...:D..ghgh.._Qui e tutto cosi bello!!Beh si sto gia a tokyo, anche se ancora non ci sono stato!!:*

darkettars:Ciao darketta!come no leggi il carattere!Cazzarola..eh, immagino..poi dipende anche da cosa usi per navigare..vedi un po se da altri pc combini qualcosa..poi fammi sapere. :) :*

Giullo ha detto...

Max, MArco, Davide. Invidia e rabbia sono ii sentimenti che istigate or ora, ma continuate a mostrarci tutto come mai prima!
Voglio foto di scolaresche per le mie passioni più basse, e magari anche qualche tempiuzzo se ce la fate, che arte non l'ho passato...

Ciao!